Ultimi argomenti
» Sentenza Corte Europea c115-03 2004 e registro
Da marcogio85 Gio Dic 08, 2016 8:20 pm

» mancato versamento contributo SISTRI 2016 pagarlo oggi oppure no
Da Enrico Mer Dic 07, 2016 8:55 pm

» CER nastri in gomma
Da euclione Mer Dic 07, 2016 7:10 pm

» SALDATURA AD ARIA CALDA - EMISSIONI IN ATMOSFERA
Da Aurora Brancia Mer Dic 07, 2016 1:03 am

» milleproroghe
Da benassaisergio Mar Dic 06, 2016 12:43 am

» Problema pagamento Albo autotrasporto 2017 ..
Da kompei77 Lun Dic 05, 2016 6:22 pm

» Roma: rifiuti da attività edilizie
Da PiazzaPulita Lun Dic 05, 2016 1:44 pm

» lavaggio vasche chi è il produttore del rifiuto
Da fallacara ecologia Ven Dic 02, 2016 4:39 pm

» disposizione speciale 375/2015
Da cirillo Ven Dic 02, 2016 4:03 pm

» Trasporto transfrontaliero Raee - qualche chiarimento.
Da Userro Ven Dic 02, 2016 10:26 am


cisterne stradali e multimodali: ermeticità

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

cisterne stradali e multimodali: ermeticità

Messaggio  silvia il Ven Lug 01, 2016 9:14 am

Ho una domanda forse ingenua per esperti nel settore del trasporto multimodale.
Sto seguendo una azienda chimica che spedisce via strada+mare cisterne di prodotti vari.
Mi vengono sottoposti, per controllo di idoneità, i rapporti di ispezione periodica delle cisterne mobili utilizzate, che ben conoscete, per capirci quelli intestati Bureau Veritas, DNV o chi per essi.
Spesso devono trasportare un prodotto tossico per cui ADR mi riporta, come requisiti delle cisterne stradali, L4BH: come sapete, la H implica requisito di ermeticità. Se ben interpreto ADR, significa che non ci sono valvole di decompressione o dispositivi di respirazione o che, qualora presenti, siano preceduti da un disco di rottura.
Per le cisterne mobili, invece, lo stesso UN presenta istruzione di trasporto T7, confermata ovviamente da IMDG: e al riguardo non trovo nulla riguardo all'ermeticità, nè all'obbligatorietà dei dischi di rottura.

Dulcis in fundo, In alcuni report di ispezione della medesima cisterna che viene proposta per il trasporto della suddetta sostanza spesso leggo:
IMDG: portable tank IMO1 T7 (o addirittura T11) ...e va bene
ADR: L4BN... dove N significa che la cisterna NON è ermetica.

Cioè: il mio portable tank va bene perchè è T7 come prescritto da ADR e RID... ma nero su bianco NON è ermetico (come invece lo stesso ADR richiede esplicitamente per il trasporto stradale)

...qualcuno mi illumina su questa che a me pare una incongruenza? il cliente trasporta prodotti tossici in giro per il mondo, si serve di spedizionieri accreditatissssssimi e mal vede questo mio "eccesso di zelo" (ma va?)

vi ringrazio

silvia
Membro della community

Messaggi : 46
Data d'iscrizione : 22.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: cisterne stradali e multimodali: ermeticità

Messaggio  benassaisergio il Ven Lug 01, 2016 11:08 pm

Forse il quesito sarebbe più chiaro se si facesse riferiemento a qualche numero ONU specifico

benassaisergio
Utente Attivo

Messaggi : 614
Data d'iscrizione : 29.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: cisterne stradali e multimodali: ermeticità

Messaggio  silvia il Lun Lug 04, 2016 9:00 am

Buongiorno,
il ragionamento può applicarsi ad esempio a UN 1230 metanolo (3 con rischio sussidiario 6.1, richiede T7 per cisterne mobili e L4BH per cisterne ADR) ma anche a UN 1593 diclorometano (6.1 - idem T7 e L4BH).
il cliente dice: voglio trasportare diclorometano, ecco una cisterna mobile che riporta sul certificato periodico di prova T11 e L4BN... va bene?
io gli dico che non mi piace L4BN perchè N = non ermetico (vedi 4.3.4.1.1) e loro dicono: ma la cisterna è mobile (qual piuma al vento Laughing ), T11 è gerarchicamente superiore a T7 quindi io posso caricare e spedire.

grazie a chi mi dice dove sbaglio....


silvia
Membro della community

Messaggi : 46
Data d'iscrizione : 22.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: cisterne stradali e multimodali: ermeticità

Messaggio  benassaisergio il Lun Lug 04, 2016 10:05 am

Credo che forse si possa tener presente quanto segue:

a)  nel paragrafo 4.2.5.2.6, per l’istruzione di trasporto in cisterne mobili T7, è richiesto (quarta colonna + nota a) che, per i dispositivi di decompressione, si applichino le disposizioni della sottosezione 6.7.2.8 (con esclusione di 6.7.2.8.3)

b) nella sottosezione 6.7.2.8 viene dunque richiesto che le cisterne mobili T7 siano munite di almeno un dispositivo di decompressione

c) nel capitolo 1.2 (definizioni), viene data la definizione di “cisterna chiusa ermeticamente”. Secondo tale definizione una cisterna destinata al trasporto di liquidi aventi una pressione di calcolo di almeno 4 bar, le cui aperture sono chiuse ermeticamente e che (vedi il secondo indent) non è equipaggiata con valvole di sicurezza, dischi di rottura o altri simili dispositivi di sicurezza, ma è equipaggiata con valvole di depressione conformemente alle disposizioni del 6.8.2.2.3, è una cisterna chiusa ermeticamente.

d) al paragrafo 6.8.2.2.3 viene precisato che le cisterne rispondenti al codice SGAH, S4AH o L4BH, equipaggiate con valvole di depressione che si aprono ad una pressione negativa di almeno
21 kPa (0,21 bar) devono essere considerate come chiuse ermeticamente.

Sembra quindi di potersi concludere che una cisterna mobile T7, equipaggiata con una valvola di depressione, può considerarsi analoga ad una cisterna L4BH equipaggiata con valvola di depressione, che è considerata chiusa ermeticamente.

benassaisergio
Utente Attivo

Messaggi : 614
Data d'iscrizione : 29.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: cisterne stradali e multimodali: ermeticità

Messaggio  silvia il Lun Lug 04, 2016 10:55 am

oh, finalmente un po' di chiarezza!   cheers

allora, provo a mettere in fila il tutto...

6.7.2.8.1: cisterna mobile deve obbligatoriamente avere dispositivo di decompressione a molla (che vale anche come valvola di depressione)
6.7.2.9.2: la taratura di tale dispositivo di decompressione è pari a (5/6 *press prova) se press prova è < 4 bar, oppure a (1,1*2/3*press prova) se press prova > 4 bar (adoro l'ADR)

T7 è collaudata a 4 bar - quindi valvola tarata a 3,3 bar
T11 è collaudata a 6 bar - quindi valvola tarata a 4,4 bar
entrambe queste pressioni sono superiori a 0,21 bar
quindi in base a 6.8.2.2.3 posso considerarle  chiuse ermeticamente anche a fini stradali.

Continuo a chiedermi, però, perchè nel certificato di prova di una cisterna mobile T7 o T11 ci sia spesso scritto L4BN,  quando invece le stesse T7 e T11 sono "ermetiche" (o meglio, "ermetico-equivalenti") anche ai fini ADR in base a 6.8.2.2.3.

Grazie molte per avermi richiamato 6.8.2.2.3! Lo avevo perso per strada!

Buona giornata!!!!!v sunny

silvia
Membro della community

Messaggi : 46
Data d'iscrizione : 22.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: cisterne stradali e multimodali: ermeticità

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 1:53 pm


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum