classificazione rifiuto "disoleatore"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

classificazione rifiuto "disoleatore"

Messaggio  fusillo1984 il Mer Ott 14, 2015 1:03 pm

Salve,
sono nuovo nel campo e mi sento un po confuso. chiedo umilmente aiuto!!Un'azienda agrituristica che svolge attività di ristorazione, è autorizzata a scaricare i propri reflui sul suolo previa chiarificazione mediante disoleatura e successivo passaggio in fossa imhoff. adesso devono spurgare Il disoleatore e chiedono la classificazione (con relativa caratterizzazione) del rifiuto. La ditta che dovrà fare lo spurgo mi ha detto che la codifica attinente è il 200125 ma l'origine del rifiuto a me fa pensare più al 190809( ma non sono convinto perchè relativamente ai reflui il codice 19 non mi è chiarissimo). Potete aiutarmi? tra l'altro se il codice giusto dovrebbe essere il 190809 credo che non siano nemmeno necessarie analisi..
Vi ringrazio per l'aiuto in anticipo !!!
avatar
fusillo1984
Nuovo Utente

Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 14.10.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: classificazione rifiuto "disoleatore"

Messaggio  Andrea_Xn il Mer Ott 14, 2015 1:42 pm

Ho visto un caso analogo pochi mesi fa, il codice attribuito era il 190809 (credo correttamente) ma con analisi in quanto l'impianto chiedeva nello specifico alcuni parametri (tensioattivi mi pare) per verificare l'opportunità di trattare il rifiuto con il proprio ciclo impiantistico. Strettamente poi è anche una voce specchio.
avatar
Andrea_Xn
Membro della community

Messaggi : 41
Data d'iscrizione : 17.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: classificazione rifiuto "disoleatore"

Messaggio  Admin il Mer Ott 14, 2015 2:13 pm

Confermo il 190809.
avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6488
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: classificazione rifiuto "disoleatore"

Messaggio  beltrale il Mer Ott 14, 2015 3:20 pm

scusa.. sei sicuro non si tratti di un sistema di sgrassaggio?

in ogni caso a parer mio non va bene il 200125 perchè sono oli e grassi esauriti e non derivano da impianti.

avatar
beltrale
Utente Attivo

Messaggi : 943
Data d'iscrizione : 28.02.11
Età : 42

Tornare in alto Andare in basso

Re: classificazione rifiuto "disoleatore"

Messaggio  fusillo1984 il Mer Ott 14, 2015 4:19 pm

sgrassaggio? Non saprei mi hanno detto quello che vi ho scritto prima.
Cmq vi ringrazio molto :-)
avatar
fusillo1984
Nuovo Utente

Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 14.10.15

Tornare in alto Andare in basso

caratterizzazione

Messaggio  fusillo1984 il Mer Ott 14, 2015 4:22 pm

ma essendoci la voce a specchio secondo voi quali analisi dovrei fare? solo il benzene? In questo caso la pericolosità da cosa potrebbe essere data visto che il tutto proviene dal lavaggio delle stoviglie di un ristorante?
avatar
fusillo1984
Nuovo Utente

Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 14.10.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: classificazione rifiuto "disoleatore"

Messaggio  Aurora Brancia il Mer Ott 14, 2015 4:43 pm

Vorrei innanzi tutto ricordare che ad ogni "codice CER" corrisponde un "nome codificato del rifiuto", sul quale trovo assai fruttuoso basarsi per fare le proprie scelte.
Assodato che la famiglia giusta è quella dei codici CER 19 08 xx, il cui nome codificato è "rifiuti prodotti dagli impianti per il trattamento delle acque reflue, non specificati altrimenti" per la mia esperienza lo spurgo di un c.d. disoleatore non è per nulla un liquido nè una miscela di oli e grassi derivanti da separazione olio/acqua, (e non mi sognerei mai di definirli commestibili, quegli oli e grassi...) ma un fango puzzolentissimo ottenuto dalla rimozione della schiumatura per flottazione della parte grassa delle feci, ma anche degli scarichi di cucina (ecco, magari quelli sì erano originariamente anche commestibili).

In base a questa mia conoscenza diretta mi permetterei di suggerire che il Codice CER per questo particolare tipo di rifiuto non sia il 19 08 09 che già dalla descrizione è ragionevolmente un liquido per quanto in forma fisica di emulsione e come tale più o meno denso, ma l'altrettanto non pericoloso e pure senza codice a specchio CER 19 08 05 = fanghi prodotti dal trattamento delle acque reflue urbane.
Impensabile però il 20 01 25, che è costituito da soli oli e grassi commestibili, che di solito si mandano a recupero negli impianti di produzione di biodiesel da appunto oli e grassi commestibili ma "esausti".
E se provate a mandare a recupero di biodiesel un fango di disoleatore di fossa settica, le imprecazioni del destinatario vi inseguiranno nel tempo e nello spazio.
Il che non esclude tuttavia che quel tipo di fango, opportunamente disidratato, abbia un cospicuo pCi e quindi possa essere fruttuosamente utilizzato come rifiuto atto al recupero energetico.
Nei paesi molto poveri, le deiezioni secche di numerosi animali, e non solo di animali, sono utilizzate come combustibile, anche per cucinare.

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3644
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: classificazione rifiuto "disoleatore"

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum