Terre e certificati

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Terre e certificati

Messaggio  geofranz67 il Mer Set 16, 2015 1:35 pm

Ciao a tutti. Diverse cave qui a Nord Milano stanno chiedendo, per Terre e Rocce da Scavo (naturali e non riporti) destinate alla produzione e/o riempimento ambientale, oltre al consueto profilo analitico di "caratterizzazione" anche il Test di Cessione per i Rifiuti Recuperabili ! Secondo voi è corretto (legalmente) ? Capisco il test di cessione sui riporti, ma sul terreno naturale "vergine" ?? Aspetto vostro (gradito) dibattito !
avatar
geofranz67
Partner

Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 21.12.10
Età : 49
Località : Desio (MB)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e certificati

Messaggio  isamonfroni il Mer Set 16, 2015 4:00 pm

Dunque
- escludendo la fattispecie di cui all'art. 185, c.1 lettera c (terreno allo stato naturale escavato in un'attività di costruzione e di cui è certo il riutilizzo in sito) che non è un rifiuto e non lo è mai stato

- escludendo anche un terreno escavato nel contesto dell'ex art. 186 - cioè col piano di gestione delle TRS che è diventato un sottoprodotto e quindi non un rifiuto

ci avanza solo un terreno (vergine o no) che viene escavato per vari motivi e poi portato in cava/ripristino ambientale.

Allora: questo qui è (ahimè) un rifiuto, prodotto dall'attività di escavazione e se è un rifiuto soggiace alla normativa sui rifiuti e dovrà (doppio ahimè) necessariamente andare ad un impianto autorizzato a trattare rifiuti.
Se questa cava è un ripristino ambientale, sarà molto probabilmente autorizzata come R10 e, se così è, purtroppo il test di cessione ci vuole.

Manco a dirlo se il materiale di cui parliamo è terra, l'eluato sarà certamente fuori dai limiti almeno per il parametro solidi sospesi (triplo ahimè).

E' chiaro che tutto ciò a me personalmente sembra uno spreco veramente assurdo, ma se non è possibile escludere la qualifica di rifiuto, questa è la partita che si deve giocare.

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12335
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 59
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e certificati

Messaggio  geofranz67 il Mer Set 16, 2015 4:22 pm

Si tratta di Terre e Rocce non rifiuto ! Vengono portati per il ripristino della cava, autorizzata con concessione edilizia. In nessun caso si parla di rifiuto. E' una richiesta "in più" (così penso io) solo per pararsi il fondoschiena !
avatar
geofranz67
Partner

Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 21.12.10
Età : 49
Località : Desio (MB)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e certificati

Messaggio  isamonfroni il Gio Set 17, 2015 4:22 pm

geofranz67 ha scritto:Si tratta di Terre e Rocce non rifiuto ! Vengono portati per il ripristino della cava, autorizzata con concessione edilizia. In nessun caso si parla di rifiuto. E' una richiesta "in più" (così penso io) solo per pararsi il fondoschiena !

No Franz, non fare confusione.
Se tu scavi da qualche parte, per qualsivoglia motivo (pure nel giardino di casa tua) la terra che viene su dallo scavo è rifiuto prodotto dall'attività di escavazione per il semplice fatto che qualunque attività umana produce rifiuti.

Quindi se non puoi ricadere nella fattispecie di art. 185 - esclusione dal regime dei rifiuti o dell'ex art. 186 - trasformazione in sottoprodotti, la terra che vai scavando è un rifiuto.


A meno che tu non mi voglia dire che sei in una situazione diversa: ovverossia hai una cava che deve essere riempita (per ripristino ambientale successivo alla chiusura) e deve essere riempita con terreno vergine prelevato da qualche altra parte.
Allora è ovvio che questo terreno vergine non è certo un rifiuto ma è materia prima per procedere al riempimento della cava.
Se la situazione è questa, allora la materia prima terra deve avere caratteristiche chimico/merceologiche/pedologiche compatibili con il sito della cava da ripristinare e queste sono le analisi da fare.

Ovviamente e credo sia fuori discussione, la terra che fornisci come materia prima non deve essere contaminata oltre i livelli di accettabilità previsti per la futura destinazione d'uso.
Allora, in questo caso, questa terra non è un rifiuto manco per niente, niente normativa sul recupero di rifiuti e niente test di cessione.

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12335
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 59
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e certificati

Messaggio  geofranz67 il Gio Set 17, 2015 4:41 pm

ciao Isa
sto parlando di terre e rocce in cui si applica l'art. 41bis della legge 98/2013, per cui non rifiuto ! La cava è in ripristino ambientale. La terra va caratterizzata per evitare che con sia conforme alla colonna A ecc.ecc., e questo va benissimo ! Il problema è che adesso chiedono anche il test di cessione ex DM 5/2/98 e s.m.ei. per i rifiuti recuperabili per i terreni naturali in posto. Ciò sarebbe corretto se la terra non fosse "vergine" ma derivasse da eventuali matrici materiali di riporto esposti a dilavamento e per le quali non sia già prevista la completa asportazione in qualità di rifiuti (come dice il Comune di Milano).
avatar
geofranz67
Partner

Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 21.12.10
Età : 49
Località : Desio (MB)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e certificati

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum