transizione da H ad HP

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

transizione da H ad HP

Messaggio  tfrab il Mar Mag 26, 2015 3:42 pm

Promemoria primo messaggio :

Salve a tutti, non so se il problema sia già stato dibattuto, non mi pare cercando sul forum.
Se un rifiuto parte il giorno 29 maggio si fa un formulario con, ad esempio, H5 e H13. Arriva in impianto a giugno, con la nuova normativa.
Che fa l'impianto che riceve? Lo accetta con quelle caratteristiche? Immagino dovrebbe caricarle come HP. L'unica soluzione che mi viene in mente è una annotazione con le HP nello spazio apposito.
avatar
tfrab
Utente Attivo

Messaggi : 365
Data d'iscrizione : 14.09.11
Età : 43
Località : Centro Italia

Tornare in alto Andare in basso


Re: transizione da H ad HP

Messaggio  cescal64 il Mar Giu 02, 2015 12:36 am

FrancescoB ha scritto:Ciao non ho ben chiaro sul cartaceo..cmq ho una giacenza di pericolosi da Aprile e registrati lo stesso giorno sul cartaceo e sul Sistri. Sul Sistri ho risolto e risulta una registrazione nuova con nuovi codici dello stesso rifiuto (seguendo la procedura) in data odierna. Anche per il cartaceo dovrebbe essere prevista una procedura standard... non ho capito "nello scarico che farai da oggi ci potrai mettere le H, tanto per mantenere la corrispondenza...".

cescal64 ha scritto:...ma perché devi chiudere e riaprire Shocked ... il registro cartaceo non è il sistri (per fortuna...): nello spazio annotazioni dei carichi fatti prima di oggi ci metti le nuove HP, nello scarico che farai da oggi ci potrai mettere le H, tanto per mantenere la corrispondenza... io ho consigliato di procedere così, poi vedi tu Wink ...

...se proprio ci tieni, ti propongo la mia procedura (sottolineo MIA, non per vantare diritti d'autore, ma per ribadire che è solo frutto delle mie elucubrazioni mentali, quindi, come ogni buon sito sistri sa, declino ogni responsabilità per la sua applicazione Wink ):
- carichi fino al 31/05: oltre alle classi di rischio H riportate alla voce "d) Classi di pericolosità", nella seconda colonna "caratteristiche del rifiuto", trascrivere nelle annotazioni le indicazioni di pericolo HP in base al Reg. UE 1357/14 ed alla caratterizzazione aggiornata del rifiuto (fatta come meglio credi);
- carichi dopo il 01/06: riportare alla voce "d) Classi di pericolosità", nella seconda colonna "caratteristiche del rifiuto", le indicazioni di pericolo HP come espresse dal Reg. UE 1357/14  e (volendo mantenere una continuità, dato che sempre del rifiuto di prima si tratta...) nelle annotazioni richiamare le classi di rischio H attribuite allo stesso fino al 31/05;
- scarico dopo il 01/06: riportare alla voce "d) Classi di pericolosità", nella seconda colonna "caratteristiche del rifiuto", le indicazioni di pericolo HP come espresse dal Reg. UE 1357/14  e (volendo mantenere una continuità, dato che sempre del rifiuto di prima si tratta...) nelle annotazioni richiamare le classi di rischio H attribuite allo stesso fino al 31/05.
...magari la parte relativa alle classi di rischio H riportate nelle annotazioni dopo il 01/06 potrebbe essere anche tralasciata, ma mi serve per affermare il concetto che il rifiuto è sempre quello e che sono cambiate solo le indicazioni di pericolo da H ad HP, quindi potrò scaricarlo tutto assieme con un solo formulario (sul quale, tanto per gradire, riporterei sia le HP che le H!).

...quello che eviterei come la peste bubbonica è una procedura simil-sistri applicata al cartaceo, con scarico e successivo ricarico dello stesso rifiuto con le sole classi di rìschio cambiate da H ed HP... e magari anche con un bel formulario farlocco da produttore a produttore, con trasporto (solo virtuale, of course) del produttore medesimo, naturalmente senza uno straccio di autorizzazione, iscrizione, etc. ... sistri docet  Evil or Very Mad ...
avatar
cescal64
Utente Attivo

Messaggi : 781
Data d'iscrizione : 08.09.11
Età : 52
Località : bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: transizione da H ad HP

Messaggio  isamonfroni il Mar Giu 02, 2015 12:38 pm

Cescal, sei un libro stampato! clap clap clap

Il giorno in cui ci si renderà conto che il rifiuto è sempre lo stesso (che sia targato H o HP), sarà un gran giorno.
Ma quel gran giorno per il Sistri non arriverà mai, è già tanto se la dentro fingono di capire qualcosa di informatica, figurarsi di rifiuti Mad

_________________
Un [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] vale più di mille parole!
Ma, a volte [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] è ancora meglio!
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12380
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 59
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: transizione da H ad HP

Messaggio  ceresio18 il Mer Giu 03, 2015 11:14 am

Ed io quoto la procedura di CESCA, che ho consigliato anche io quasi alla lettera, ed il parere di Aurora.
Sul fatto di convincere i laboratori ad integrare i loro certificati però mi sa che ti scontrerei dietro il classico "non si può, il nostro software non lo permette"...
avatar
ceresio18
Utente Attivo

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 05.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: transizione da H ad HP

Messaggio  Aurora Brancia il Mer Giu 03, 2015 12:04 pm

ceresio18 ha scritto:
Sul fatto di convincere i laboratori ad integrare i loro certificati però mi sa che ti scontrerei dietro il classico "non si può, il nostro software non lo permette"...
Dipende dai laboratori.
Mi consta di persona che chi intende lavorare in un modo che si discosti dai cArtificatifici, non solo si aggiorna e si confronta, tutto sommato che stiamo facendo noi stessi qui dentro e di questi giorni, ma programma  "brain storming" tematici.
Sono appena stata invitata proprio ad uno di questi, e se non fosse perchè sia il titolare che gli operatori godono di tutta la mia stima professionale e anche un po' del mio affetto umano avrei risposto con estremo piacere di no: il mio cervello mi pare già abbastanza infuriato del suo.

Sad  io lo sapevo, che mi sarebbe successo...

Peraltro, nella chiacchierata di contorno a quest'invito, il mio interlocutore ha sostenuto testualmente che "... e sarà una bella gatta da pelare far capire ai committenti che adesso più che mai l'assegnazione del CER non è una cosa delegabile al trasportatore, e che se vogliono da noi non solo l'analisi ma anche il parere motivato a sostegno di un CER dato come si deve quella è una consulenza che richiede uno studio del processo e non la si può certo fare gratis!".
Mia conclusiva ipotesi personale: finirà all'italiana, ossia che come sempre da un bel po' in qua chi fa il prezzo più basso toglierà mercato a chi lavora meglio e con maggiore serietà.
E il primo che si lamenta della situazione generale ma fa nel contempo prezzi improponibili, gli deve prendere un cagotto eterno.

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3617
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: transizione da H ad HP

Messaggio  ceresio18 il Mer Giu 03, 2015 1:09 pm

Cara Aurora tutta la mia comprensione....
anche secondo me oggi più di ieri il ruolo dei lab diventa fondamentale e deve essere valorizzato in maniera adeguata.

avatar
ceresio18
Utente Attivo

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 05.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: transizione da H ad HP

Messaggio  Aurora Brancia il Mer Giu 03, 2015 2:30 pm

ceresio18 ha scritto:Cara Aurora tutta la mia comprensione....
anche secondo me oggi più di ieri il ruolo dei lab diventa fondamentale e deve essere valorizzato in maniera adeguata.


Ok... ma solo a patto che per valorizzare tu escluda del tutto il lato economico della faccenda. Non sempre il più ricco a denaro contante & assimilabili (=auto, gioielli, ville, etc.)è anche il più bravo.
Quasi mai, per l'esattezza.

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3617
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: transizione da H ad HP

Messaggio  lotus1 il Gio Giu 04, 2015 11:29 am

allora io farei così:
dall'1 giugno è illegittimo l'uso delle H quindi l'impianto deve caricare con HP.

H5, salvo che se dovuto a sostanze R65, diventa HP6
H13 dovrebbe diventare HP13, ma anche no se la concentrazione della sostanza sensibilizzante è <10%

se sono le classiche H date "in via cautelativa" mi farei dichiarare dal produttore (che negli ultimi 6 mesi, se avesse vissuto in altri paesi europei avrebbe avuto la doppia classificazione legittimata) che il suo rifiuto è HP6 H13

io non ho capito ancora perchè ci siamo trovati tutti a dover gestire lo "svalico" di 1 giorno.

claudia
avatar
lotus1
Utente Attivo

Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 12.11.10
Età : 45
Località : verona

Tornare in alto Andare in basso

Re: transizione da H ad HP

Messaggio  homer il Sab Giu 06, 2015 10:46 am

Qualcuno ha letto la (delirante) circolare di FEDERAMBIENTE sulla nuova disciplina della classificazione? Io non riesco ad allegarla; sconsiglio di seguire quello che c'è scritto.
avatar
homer
Utente Attivo

Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 24.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: transizione da H ad HP

Messaggio  lotus1 il Mar Giu 09, 2015 4:52 pm

no, non l'ho trovata...
avatar
lotus1
Utente Attivo

Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 12.11.10
Età : 45
Località : verona

Tornare in alto Andare in basso

Re: transizione da H ad HP

Messaggio  ceresio18 il Mer Giu 10, 2015 7:56 am

anche io non l'ho trovata...ce la potresti linkare?
avatar
ceresio18
Utente Attivo

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 05.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: transizione da H ad HP

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum