DM 65/2010 e SISTRI

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

DM 65/2010 e SISTRI - Pagina 2 Empty DM 65/2010 e SISTRI

Messaggio  Renzone il Lun Gen 19, 2015 5:52 pm

Promemoria primo messaggio :

Scusate, ma sto impazzendo!! Questi rifiuti saranno la mia tomba!

il dubbio è semplice:
- Chi fa uso del DM 65/2010 per il trasporto di RAEE, è ancora esentato dall'iscrizione SISTRI (per i rifiuti di pertinenza di questo DM), dopo il 49/2014 e tutti i correttivi del SISTRI del 2013/2014?

Ma da dove si evince? Da un ragionamento a cascata derivante dall'esenzione al Registro di carico e scarico, formulario e MUD?

grazie 1000
Renzone
Renzone
Membro della community

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 28.10.14

Torna in alto Andare in basso


DM 65/2010 e SISTRI - Pagina 2 Empty Re: DM 65/2010 e SISTRI

Messaggio  Supremoanziano il Ven Gen 30, 2015 1:23 pm

VdT ha scritto:magari la GdF potrebbe avere la risposta..... Laughing
Non lo so se la Gdf ha la risposta.
Nel dubbio comunque eleva verbale per mancato ritiro (almeno di uno)
Supremoanziano
Supremoanziano
Utente Attivo

Messaggi : 1493
Data d'iscrizione : 06.04.11
Località : Casa di riposo

Torna in alto Andare in basso

DM 65/2010 e SISTRI - Pagina 2 Empty Re: DM 65/2010 e SISTRI

Messaggio  sarabai il Ven Gen 30, 2015 1:24 pm

Vedi la nuova definizione raee domestico nel dlgs 49/14 .
sarabai
sarabai
Utente Attivo

Messaggi : 182
Data d'iscrizione : 07.12.11

Torna in alto Andare in basso

DM 65/2010 e SISTRI - Pagina 2 Empty Re: DM 65/2010 e SISTRI

Messaggio  VdT il Ven Gen 30, 2015 1:30 pm

Casualmente la stavo leggendo proprio ora per un lavoro. La definizione appare molto ampia pur essendo poi arbitraria la distinzione di ciò che potrebbe essere domestico pur essendo utilizzato in ambito commerciale e industriale.

_________________
La regola d'oro per postare un nuovo argomento: Usa il tasto cerca (tranquillo non esplode nulla), poi leggi i vari topic....e se proprio non trovi quello che cerchi apri un nuovo topic.
VdT
VdT
Moderatore

Messaggi : 1860
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 37
Località : Bari e provincia

Torna in alto Andare in basso

DM 65/2010 e SISTRI - Pagina 2 Empty Re: DM 65/2010 e SISTRI

Messaggio  zesec il Ven Gen 30, 2015 3:22 pm

Supremoanziano ha scritto:Dunque, fammi capire:
1) Produci un RAEE (il monitor)
2) Lo carichi nel registro rifiuti non come RAEE ma come un banale rifiuto.
3) Fra qualche mese decidi di comprarne un altro e fai 1 contro 1.

Come fai a scaricarlo dal registro dato che in 1 contro 1 non avrai mai un FIR?

Certo che lo carico nel registro come un banale rifiuto. Forse è meno banale di altri perché esiste anche una disciplina speciale (che non interviene però sugli obblighi di registrazione del produttore), ma è pur sempre un rifiuto. Se è un rifiuto pericoloso (ancorché proveniente da apparecchiatura elettronica), rispetto i tempi e le modalità di registrazione che impone la normativa sui rifiuti.
Come lo scarico? Io lo scarico nella maniera più limpida possibile, inserendo i riferimenti del DDT semplificato (che conservo come fosse un formulario) e magari annotando nel registro che il rifiuto è stato portato via ai sensi del DM 65/2011. Mica lo faccio sparire dalle mie registrazioni obbligatorie sui rifiuti.
E' evidente che circolari e DM di compilazione del registro di carico e scarico fanno riferimento al formulario, ma è altrettanto evidente che all'epoca in cui tali istruzioni sono state scritte non esisteva la modalità semplificata di ritiro 1vs1 dei RAEE e la documentazione che deve accompagnare questo tipo di operazione (che sostituisce il formulario). Oggi questa nuova documentazione esiste e io la annoto al posto del formulario.
Io il RAEE lo considero un rifiuto particolare perché disciplinato, per alcune cose, da normativa speciale come quella del ritiro 1vs1 (che prevede la sostituzione del FIR con DDT semplificato). Ma questo non mi permette di infischiarmene delle altre norme generali che non trovano disciplina specifica nella norma speciale.
Quindi registro il rifiuto (se pericoloso o se ne sono comunque tenuto).
Così come rispetto le norme generali su tempi e modalità del deposito temporaneo (presso il produttore), sull'attribuzione del CER, sull'attribuzione delle caratteristiche di pericolo, ecc.
Sinceramente non mi ero mai posto la questione. Ma non so se il mio ragionamento è corretto, quindi ci rifletterò e leggerò con attenzione i tuoi spunti.
E' per questo che ho posto la questione SISTRI (non nella fase di trasporto, ma relativamente agli obblighi di iscrizione del produttore).
Adesso che mi ci hai fatto pensare, mi vengono già in mente problemi di compatibilità con il Sistri (che non sarebbero gli unici...). Se io (cretino) uso il Sistri e lo carico nel sistema, come faccio poi a scaricarlo? Non con scheda Sistri, certamente. Forse con la celeberrima opzione "Nuovo scarico"? Mah, queste sull'operatività del Sistri sono cose che mi interessano di meno. Però le sanzioni per mancata iscrizione mi interessano. E non è come dice il collega che tutti usano contratti quadro: qui parliamo di migliaia di agenzie di assicurazione (soggetto giuridico autonomo), non di unità locali delle grandi compagnie; parliamo di fondazioni bancarie, di spedizionieri, di broker, di qualsiasi ufficio del terziario con più di 10 dipendenti. Perché un monitor, prima o poi, lo buttano tutti.

zesec
zesec
Moderatore e Partner

Messaggi : 1163
Data d'iscrizione : 14.10.10
Località : Trieste

Torna in alto Andare in basso

DM 65/2010 e SISTRI - Pagina 2 Empty Re: DM 65/2010 e SISTRI

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum