Trasportatore estero: va indicata la sede legale estera o la sede operativa italiana?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Trasportatore estero: va indicata la sede legale estera o la sede operativa italiana?

Messaggio  LolloBo il Sab Dic 20, 2014 3:03 pm

Buongiorno a tutti,

premetto che ho fatto una ricerca qui sul forum e su internet ma non ho trovato risposta alla mia semplice domanda.

Trasportatore con sede legale in Slovenia e sede di appoggio in italia (come richiesto dall'art 15, DM 3/6/14 n.120).

Nel formulario bisogna indicare i riferimenti della sede Legale (Slovena) o della sede secondaria in Italia?

Grazie della risposta e se magari mi sapete dare un riferimento normativo ve ne sarei grato.

Grazie1000

Lorenzo

LolloBo
Membro della community

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 05.02.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trasportatore estero: va indicata la sede legale estera o la sede operativa italiana?

Messaggio  LolloBo il Mar Dic 23, 2014 9:49 pm

Mi rispondo da solo, per i posteri (anche perché quando trovo un quesito non risposto mi piglia male)

La regola generale è che vale come sede di iscrizione quella Legale ma può essere che questa cosa non venga rispettata
specie se l'azienda ha una solida organizzazione in Italia.
Come seconda cosa contattare l'ufficio della camera di commercio afferente e farsi fare una visura nell'albo gestori.
Non fidatevi mai di quello che vi dice di fare il trasportatore.

LolloBo
Membro della community

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 05.02.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trasportatore estero: va indicata la sede legale estera o la sede operativa italiana?

Messaggio  alexlariete il Mer Dic 24, 2014 10:54 am

Non disperare se non trovi risposte per il transfrontaliero: è un ambito un po' particolare.
Allora: la sede da indicare è univocamente quella legale estera. Anche se "l'azienda ha una solida organizzazione in Italia", la sede nel ns. Paese é solo una sede operativa. Ti ricordo che il Regolamento CE 1013/06 disciplina le spedizioni di carattere transfrontaliero (con tratte che coinvolgono quindi più Paesi) ed è una fonte di rango gerarchico superiore rispetto alla normativa italiana. A fronte di un'eventuale controllo, il trasportatore sloveno dovrà in ogni caso dimostrare di essere iscritto alla categoria dei trasporti transfrontalieri presso l'Albo Gestori Ambientali.
Ciao e Buon Natale a tutti!

alexlariete
Utente Attivo

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 09.08.12
Età : 36

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trasportatore estero: va indicata la sede legale estera o la sede operativa italiana?

Messaggio  alexlariete il Mer Dic 24, 2014 11:03 am

Ops...il correttore automatico ha fatto partire un apostrofo di troppo: è 'un eventuale controllo'.
Probabilmente anche lui è transfrontaliero e non conosce le regole italiane... :-)

alexlariete
Utente Attivo

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 09.08.12
Età : 36

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trasportatore estero: va indicata la sede legale estera o la sede operativa italiana?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 12:09 pm


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum