Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  ambi il Mer Nov 19, 2014 11:13 pm

Ciao, qualcuno sa dirmi se esistono dei codici cer per rifiuti pericolosi che però sono senza asterisco? Io fino ad oggi pensavo fosse così, ma un ing. ambientale mi ha detto che non è così. Lui sostiene che esistono rifiuti pericolosi i cui codici cer non hanno asterisco.

Grazie
avatar
ambi
Nuovo Utente

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 19.11.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  beltrale il Gio Nov 20, 2014 12:27 am

bè.. fatti fare un esempio da lui..
avatar
beltrale
Utente Attivo

Messaggi : 935
Data d'iscrizione : 28.02.11
Età : 42

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  cirillo il Gio Nov 20, 2014 2:08 am

questo è un esempio di CER di un rifiuto pericoloso "senza asterisco"
15.01.10
 Razz  Razz


Seriamente, l'asterisco in sè non significa nulla se non "evidenziare d'acchito" che si tratta di rifiuto pericoloso in quanto il CER E' UNIVOCO (e non potrebbe essere altrimenti).

Quindi, non è che se scrivo 15.01.10* è pericoloso e se scrivo 15.01.10 di botto mi diventa non pericoloso.
L'asterisco serve unicamente nell'elenco generale dei CER (stampato in nero su bianco) a individuare i R.P.
Se si stampa un elenco a colori (es. neri i N.P. e rossi ii R.P.) e nel titolo si indica che "i CER in rosso sono riferiti ai R.P.", l'asterisco perde di significato e non ha senso metterlo.
C'è una vecchia discussione nel Forum, su questo tema, se non ricordo male risalente alla fine del 2011 o inizi 2012.

_________________
si deficit fenum accipe stramen [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
cirillo
Moderatore

Messaggi : 7150
Data d'iscrizione : 24.05.11
Età : 62
Località : veneto

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  Aurora Brancia il Gio Nov 20, 2014 2:40 am

ambi ha scritto:Ciao, qualcuno sa dirmi se esistono dei codici cer per rifiuti pericolosi che però sono senza asterisco? Io fino ad oggi pensavo fosse così, ma un ing. ambientale mi ha detto che non è così. Lui sostiene che esistono rifiuti pericolosi i cui codici cer non hanno asterisco.

Grazie

dalle parti mie, quaggiù in Terronia Profonda Ulteriore, in questi casi si commenta con  "jamm ch' e cazz!" *.
Non oso immaginare costui cosa avrebbe asserito, se fosse stato un professore di violino...


N.B.: *= E' un francesismo vagamente obsoleto.

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3617
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  homer il Gio Nov 20, 2014 8:52 am

l'asterisco è solo un simbolo grafico, come già detto, per distinguere i P dai NP. Si può benissimo essere ingegneri ambientali e non sapere nulla di rifiuti.
avatar
homer
Utente Attivo

Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 24.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  Aurora Brancia il Gio Nov 20, 2014 9:34 am

homer ha scritto:l'asterisco è solo un simbolo grafico, come già detto, per distinguere i P dai NP. Si può benissimo essere ingegneri ambientali e non sapere nulla di rifiuti.
che sia possibile è evidente.
Che sia ammissibile... decisamente molto meno, IMHO.

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3617
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  mauro.sanciolo il Gio Nov 20, 2014 10:15 am

In occasione di Ecomondo ho avuto occasione di ascoltare un intervento interessante al riguardo.

Fu posta la seguente domanda:
"Cosa succede se ad un rifiuto è attribuito correttamente un CER non pericoloso assoluto e una successiva analisi mostra che il rifiuto possiede una caratteristica di pericolosità?"
Risposta: "Il rifiuto rimane non pericoloso, l'analisi non è un'analisi di classificazione ma un'analisi tecnologica, che serve a gestire il rifiuto"

Forse l'ingegnere ambientale di cui al primo post si riferiva a una situazione di questo tipo.
Con l'occasione chiedo a chi legge cosa ne pensi.

Buona giornata
avatar
mauro.sanciolo
Utente Attivo

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 13.02.12
Età : 41

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  tfrab il Gio Nov 20, 2014 11:09 am

la normativa rifiuti prevede che il CER si attribuito in base al ciclo produttivo

gli H vengono attribuiti, se il caso, facendo riferimento alle varie normative* sulle sostanze pericolose

da un punto di vista logico sono due passi indipendenti, che vanno in un preciso ordine temporale

ciò detto, se un rifiuto ha CER non pericoloso assoluto e dentro ci si trova una qualche pericolosità è il caso di riflettere bene se la classificazione sia stata azzeccata.
avatar
tfrab
Utente Attivo

Messaggi : 365
Data d'iscrizione : 14.09.11
Età : 43
Località : Centro Italia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  ambi il Gio Nov 20, 2014 11:51 am

Il discorso non faceva riferimento a nessun altro tipo di analisi se non alla classificazione iniziale che si fa sui rifiuti. Per tale motivo io credo che un rifiuto pericoloso debba essere necessariamente codificato ponendo l'asterisco. Sul fatto che l'asterisco sia solo un segno convenzionale grafico ho qualche dubbio.

mauro.sanciolo ha scritto:In occasione di Ecomondo ho avuto occasione di ascoltare un intervento interessante al riguardo.

Fu posta la seguente domanda:
"Cosa succede se ad un rifiuto è attribuito correttamente un CER non pericoloso assoluto e una successiva analisi mostra che il rifiuto possiede una caratteristica di pericolosità?"
Risposta: "Il rifiuto rimane non pericoloso, l'analisi non è un'analisi di classificazione ma un'analisi tecnologica, che serve a gestire il rifiuto"

Forse l'ingegnere ambientale di cui al primo post si riferiva a una situazione di questo tipo.
Con l'occasione chiedo a chi legge cosa ne pensi.

Buona giornata
avatar
ambi
Nuovo Utente

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 19.11.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  CROCIDOLITE il Gio Nov 20, 2014 12:51 pm

ambi ha scritto:Il discorso non faceva riferimento a nessun altro tipo di analisi se non alla classificazione iniziale che si fa sui rifiuti. Per tale motivo io credo che un rifiuto pericoloso debba essere necessariamente codificato ponendo l'asterisco. Sul fatto che l'asterisco sia solo un segno convenzionale grafico ho qualche dubbio.

mauro.sanciolo ha scritto:In occasione di Ecomondo ho avuto occasione di ascoltare un intervento interessante al riguardo.

Fu posta la seguente domanda:
"Cosa succede se ad un rifiuto è attribuito correttamente un CER non pericoloso assoluto e una successiva analisi mostra che il rifiuto possiede una caratteristica di pericolosità?"
Risposta: "Il rifiuto rimane non pericoloso, l'analisi non è un'analisi di classificazione ma un'analisi tecnologica, che serve a gestire il rifiuto"

Forse l'ingegnere ambientale di cui al primo post si riferiva a una situazione di questo tipo.
Con l'occasione chiedo a chi legge cosa ne pensi.

Buona giornata

Libero di crederlo, e libero di aver dubbi, ma ti inviterei a sostenere il tutto con un riferimento normativo.
Anche  anche a mio parere la realtà è quella prospettata dai colleghi che mi hanno preceduto.
avatar
CROCIDOLITE
Utente Attivo

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : IO/NOI/GAIA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  Admin il Gio Nov 20, 2014 1:15 pm

A me la norma sembra chiarissima:

"Sono rifiuti pericolosi quelli che recano le caratteristiche di cui all'allegato I della parte quarta del presente decreto." (Art. 184, comma 4, TUA)

Non si parla né di CER né di asterischi.

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6479
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  ambi il Gio Nov 20, 2014 1:22 pm

Poniamo il discorso da questo altro punto di vista. Ammesso che sia una convenzione grafica che tutti utilizzano, io credo che nel momento in cui si decida di utilizzare una convenzione, o la si utilizza sempre o non la si utilizza mai.
Mi è stata fatta questa domanda: i rifiuti pericolosi come si classificano? A parte il discorso relativo alle h di pericolosità ecc.. ho risposto che il codice cer si diversifica con l'asterisco (questo lo evidenzia istantaneamente all'occhio). Risposta: no ci sono rifiuti pericolosi che hanno codici cer con l'asterisco e rifiuti pericolosi con codici cer senza asterisco.


CROCIDOLITE ha scritto:
ambi ha scritto:Il discorso non faceva riferimento a nessun altro tipo di analisi se non alla classificazione iniziale che si fa sui rifiuti. Per tale motivo io credo che un rifiuto pericoloso debba essere necessariamente codificato ponendo l'asterisco. Sul fatto che l'asterisco sia solo un segno convenzionale grafico ho qualche dubbio.

mauro.sanciolo ha scritto:In occasione di Ecomondo ho avuto occasione di ascoltare un intervento interessante al riguardo.

Fu posta la seguente domanda:
"Cosa succede se ad un rifiuto è attribuito correttamente un CER non pericoloso assoluto e una successiva analisi mostra che il rifiuto possiede una caratteristica di pericolosità?"
Risposta: "Il rifiuto rimane non pericoloso, l'analisi non è un'analisi di classificazione ma un'analisi tecnologica, che serve a gestire il rifiuto"

Forse l'ingegnere ambientale di cui al primo post si riferiva a una situazione di questo tipo.
Con l'occasione chiedo a chi legge cosa ne pensi.

Buona giornata

Libero di crederlo, e libero di aver dubbi, ma ti inviterei a sostenere il tutto con un riferimento normativo.
Anche  anche a mio parere la realtà è quella prospettata dai colleghi che mi hanno preceduto.
avatar
ambi
Nuovo Utente

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 19.11.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  Admin il Gio Nov 20, 2014 1:24 pm

rifiuti pericolosi con codici cer senza asterisco
Per esempio?

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6479
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  ambi il Gio Nov 20, 2014 1:31 pm

Non l'ho chiesto, perché essendo un giovane e avendo ricevuto questa risposta da una persona con i capelli bianchi mi sono inizialmente fidato. Però ripeto se io adotto la convenzione asterisco la uso sempre. Se poi l'intento è quello di non mettere volutamente l'asterisco ad un cer (in un elenco in cui tutti i cer dei pericolosi hanno l'sterisco) questo è un altro paio di maniche.

Grazie per il chiarimento
Admin ha scritto:
rifiuti pericolosi con codici cer senza asterisco
Per esempio?
avatar
ambi
Nuovo Utente

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 19.11.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  benassaisergio il Gio Nov 20, 2014 3:14 pm

Continuo a ritenere che i codici CER dovrebbero essere aboliti (a cosa servono ? ) e che i rifiuti debbano essere classificati come pericolosi quando rispondono alle già definite caratteristiche di pericolosità.
avatar
benassaisergio
Utente Attivo

Messaggi : 654
Data d'iscrizione : 29.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  luckyluke il Gio Nov 20, 2014 5:07 pm

ambi ha scritto: Risposta: no ci sono rifiuti pericolosi che hanno codici cer con l'asterisco e rifiuti pericolosi con codici cer senza asterisco.
QUando ho letto questa risposta che ti hanno dato.... ammetto di aver avuto i brividi dietro la schiena... Shocked

Leggendo questo:
152/2006 ha scritto:Allegato D alla parte IV:
2. I diversi tipi di  rifiuto  inclusi  nell'elenco sono definiti specificatamente mediante un codice a  sei  cifre  per  ogni  singolo rifiuto e i corrispondenti codici a quattro  e  a  due  cifre  per  i rispettivi capitoli. Di  conseguenza,  per  identificare  un  rifiuto nell'elenco occorre procedere come segue: ...
...
3.4. I rifiuti contrassegnati nell'elenco con un asterisco "*" sono rifiuti pericolosi ai sensi della direttiva 2008/98/CE e ad  essi  si applicano le disposizioni della medesima direttiva, a condizione  che non trovi applicazione l'articolo 20. ....

mi sembra fin troppo chiaro che il rifiuto è identificato dal CODICE CER, l'asterisco è solo un contrassegno per identificare a colpo d'occhio il cer pericoloso.
Spesso, onde evitare qualsiasi appiglio di contestazione da parte di controllori-facente-finta-funzione (nel senso che ci provano...), tutti mettono l'asterisco sui documenti.
Ma che addirittura ci siano rifiuti pericolosi con l'asterisco e rifiuti pericolosi senza asterisco,..... questa poi.... la voterei per la vaxxata dell'anno...
avatar
luckyluke
Utente Attivo

Messaggi : 552
Data d'iscrizione : 24.09.10
Età : 46
Località : AP

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  homer il Gio Nov 20, 2014 7:07 pm

meravigliosa fantasia italiana, ognuno si ritaglia spiegazioni a "naso".
Normativa: Decisione CE 2000/532 nell'allegato, al punto 4 (diventato erroneamente 3.4 nell'allegato D al 152/06) è scritto: i rifiuti contrassegnati con un asterisco "*" sono rifiuti pericolosi ai sensi della Direttiva 2008/98 Ergo quelli senza * NON sono pericolosi.
Mi pare che non ci sia molto da inventare. Sulla nascita e sviluppo dei codici CER, si comincia dalla lontana dir 75/442, il primo elenco nasce con la 94/3 e poi ci sono varie evoluzioni che per brevità ometto, ci sono ottimi articoli sul tema che consiglio di leggere. Il problema non sono i codici ma l'uso e l'abuso che se ne fa, fenomeno tipicamente italiano.
Ma d'altra parte se i destinatari delle leggi non le leggono.......... ed ecco che fioccano le circolari sull'applicazione della classificazione secondo la (delirante) legge 116/2014 (ed anche gli articoli di poco illustri commentatori): NON si sono accorti della sospensione di tali folli disposizioni fino al 18 febbraio 2015!
avatar
homer
Utente Attivo

Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 24.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  -bz8- il Ven Nov 21, 2014 1:10 pm

mauro.sanciolo ha scritto:In occasione di Ecomondo ho avuto occasione di ascoltare un intervento interessante al riguardo.

Fu posta la seguente domanda:
"Cosa succede se ad un rifiuto è attribuito correttamente un CER non pericoloso assoluto e una successiva analisi mostra che il rifiuto possiede una caratteristica di pericolosità?"
Risposta: "Il rifiuto rimane non pericoloso, l'analisi non è un'analisi di classificazione ma un'analisi tecnologica, che serve a gestire il rifiuto"

Forse l'ingegnere ambientale di cui al primo post si riferiva a una situazione di questo tipo.
Con l'occasione chiedo a chi legge cosa ne pensi.

Buona giornata

Presente! ho partecipato anche io a quel convegno.
In particolare si faceva riferimento, a titolo di esempio, al codice 20 03 03, residui della pulizia stradale.
L'argomentazione di quanto detto stava nel fatto che non era possibile classificare, secondo il capitolo dei cer, i rifiuti dalla pulizia delle strade come Pericolosi.
Il DL dice espressamente che i rifiuti della pulizia strade sono NON PERICOLOSI ASSOLUTI.
Se poi per qualche motivo a posteriori si è riscontrata una presenza di idrocarburi superiore alle soglie previste diventa un problema di "gestione successiva" del rifiuto, così diceva il Chimico.
Sicuramente è un'argomentazione interessante e che dà qualche spunto di riflessione.
Certo che anche la citazione di Admin lo è :"Sono rifiuti pericolosi quelli che recano le caratteristiche di cui all'allegato I della parte quarta del presente decreto." (Art. 184, comma 4, TUA)"
Sembrerebbero un po' in contraddizione no?
Personalmente non riesco ad avere una posizione così netta in merito.

avatar
-bz8-
Utente Attivo

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 13.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  Admin il Ven Nov 21, 2014 2:06 pm

Ho citato la definizione di rifiuto pericoloso per evidenziare che se un rifiuto possiede caratteristiche tali che lo rendano pericoloso ai sensi della parte quarta del TUA deve necessariamente essere classificato pericoloso
Ma nell'elenco europeo i rifiuti pericolosi sono quelli con CER asteriscato, per cui ad un rifiuto che rientri nella definizione di pericoloso deve essere attribuito un CER pericoloso.
E' vero pure che alcuni tipi di rifiuto, per i quali non esistono i corrispondenti CER pericolosi (ex codici a specchio) presentano problemi di codificazione ed i residui da spazzamento rientrano tra questi, pero' non ritengo conforme alla norma attribuire un CER non pericoloso ad un rifiuto che rientri nella definizione di "rifiuto pericoloso".
Rimandare il problema alla "successiva gestione" mi pare un azzardo, atteso che la gestione dei rifiuti deve ispirarsi a principi di cautela.
Se i rifiuti sono codificati con CER non pericoloso saranno trasportati da soggetti iscritti in categoria 4, inviati ad impianti di trattamento di rifiuti non pericolosi, ecc...
Con tutto quel che ne consegue in termini sanzionatori se dovesse essere riscontrata e contestata la pericolosita' degli stessi.


Ultima modifica di Admin il Ven Nov 21, 2014 2:14 pm, modificato 1 volta

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6479
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  -bz8- il Ven Nov 21, 2014 2:08 pm

Admin ha scritto:Ho citato la definizione di rifiuto pericoloso per evidenziare che se un rifiuto possiede caratteristiche tali che lo rendano pericoloso ai sensi della parte quarta del TUA deve necessariamente essere classificato pericoloso
Ma nell'elenco europeo i rifiuti pericolosi sono quelli con CER asteriscato per cui ad un rifiuto che rientri nella definizione di pericoloso deve essere attribuito un CER pericoloso.
E' vero pure che alcuni tipi di rifiuto (per i quali non esistono i corrispondenti CER pericolosi (ex codici a specchio) presentano problemi di codificazione ed i residui da spazzamento rientrano tra questi, pero' non ritengo conforme alla norma attribuire un CER non pericoloso ad un rifiuto che rientri nella definizione di "rifiuto pericoloso".

Sono d'accordo con te..... Ma anche un po' con il Chimico!
Neutral Neutral Neutral Neutral
avatar
-bz8-
Utente Attivo

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 13.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  isamonfroni il Ven Nov 21, 2014 2:24 pm

ambi ha scritto:Non l'ho chiesto, perché essendo un giovane e avendo ricevuto questa risposta da una persona con i capelli bianchi mi sono inizialmente fidato.

Ok, sei giovane e ti capisco, però attenzione che si possono anche avere i capelli bianchi, ma se il contenitore che fa da supporto a questa criniera è vuoto (o pieno solo di prosopopea), il bianco dei capelli rimane solo una nuance di colore, com il biondo, il castano, il corvino.

Ti racconto un aneddoto che è capitato a me oltre 25 anni fa, quando ero giovane anch'io.
Il mio allora capo mi ordinò di acquistare una serie di cilindri tarati di classe A da 2 litri (che costano un botto) che dovevano servire per fare analisi di COD su di un laboratorio mobile installato presso una ditta.
Allora gli chiesi perchè li voleva da 2 litri e perchè non li potevamo acquistare da 200 cc che mi parevano molto più logici (conoscendo la metodica).
In risposta ottenni una serie di urli e di improperi tipo "lei non sa un cavolo e vuole sempre rompere le balle, anche se è appena arrivata qui, me li ha chiesti espressamente il Prof. XXX (nome di famosissimo luminare dell'ambiente del tempo), quindi lei si limiti ad eseguire"

Dato che davvero ero giovane, ero arrivata da 15 gg e davvero non sapevo molto dell'ambiente mi sono limitata ad eseguire e ho comprato questi cosi che costavano quasi come il mio stipendio di allora.

Quando poi ci siamo trovati tutti insieme a fare queste analisi, non ho sapute resistere (è un mio vizio e limite) e ho chiesto al luminare perchè mi aveva fatto comprare quei cosi, visto che la metodica prevede 2/3 ml di reagente che si potevano benissimo dosare con pipetta o con cilindri piccoli.

La risposta esaltante del luminare è stata: ristudiati le unità di misura che ml vuol dire LITRI!!!!

Ti posso solo dire che dopo 15 gg il luminare è stato decontrattualizzato e io sono diventata direttore tecnico dell'azienda

_________________
Un [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] vale più di mille parole!
Ma, a volte [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] è ancora meglio!
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12380
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 59
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  homer il Ven Nov 21, 2014 2:33 pm

@isa: applauso

A monte c'è l'incoerenza tra la definizione di rifiuto pericoloso ed il catalogo con i codici vincolanti, che non possiamo risolvere certamente noi, e comunque ciò però non ci consente di inventare nuove categorie di rifiuti: il catalogo è vincolante, e per classificare pericoloso un rifiuto non pericoloso, l'unica procedura possibile è quella del punto 7 allegato D al 152/06.
Non stupiamoci di contraddizioni ed ambiguità: anche nel 5/2/98 ci sono rifiuti PERICOLOSI per composizione e caratteristiche, NON per codici!
avatar
homer
Utente Attivo

Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 24.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  isamonfroni il Ven Nov 21, 2014 3:41 pm

@homer grazie, mi sto inchinando

Ci vogliamo magari ricordare che il catalogo CER è nato a fini esclusivamente statistici (anche per consentire di chiamare un rifiuto con lo stesso nome in italiano, inglese, tedesco, spagnolo, francese, olandese, fiammingo, ceko, rumeno ecc....).

Solo noi italiani siamo riusciti a far diventare il codice CER una specie di sanctasanctorum quasi con la valenza di un'analisi..... Shocked

_________________
Un [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] vale più di mille parole!
Ma, a volte [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] è ancora meglio!
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12380
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 59
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  Aurora Brancia il Ven Nov 21, 2014 5:25 pm

... è la 4^ volta che passo su questo thread, lo apro, leggo le ultime aggiunte, fremo ma passo oltre.

Adesso, ho deciso che non intendo per nulla passare oltre ulteriormente, almeno non dopo avere appreso il contesto in cui è uscita sta cosa del rifiuto non pericoloso che può essere pericoloso se ci aggiungi un asterisco Suspect .

Immagino che in quel convegno si sia parlato di una abbastanza nota sentenza di Cassazione del 2013 su - appunto - dei 20 03 03 che si sarebbero "rivelati" pericolosi per la presenza di idrocarburi, e mi pare se ne sia anche già parlato qui nel forum tempo fa.

Io tralascerei - per stavolta - che quella sentenza sia stata basata su un errore tecnico-analitico a mio avviso ENORME, e mi concentrerei sull'evidenza che il Codici CER appunto sono codici che servono a chiamare "con lo stesso nome numerico" la stessa munnezza in tutta la UE, prescindendo dalle lingue e dalle cose mentali dei vari legislatori nei diversi paesei.
Ora, il codice 20 03 03 è considerato univocamente NP perchè negli altri posti d'europa se ti si scassa ad esempio la coppa dell'olio e inondi di olio motore esausto 2, 3 mq di carreggiata chiami il servizio igiene urbano (o stradale) apposito che arriva, ci butta la sepiolite o analogo adsorbente che si ciuccia l'olio liquido, poi la raccoglie e la mette da parte, quindi lava con acqua calda + additivo (di solito, soda) il tratto sporcato e se ne va, smaltendo il materiale assorbente sporco con il suo bravo 15 02 02*.
Ancora, negli altri posti d'europa è almeno improbabile che nello spazzamento delle strade ci ritrovi lastre di cementoamianto, o cumuli di pattume incendiato pieni di IPA vari, perchè di solito negli altri posti di europa si fa una legge e i cittiadini tendono a rispettarla più che non a contravvenirla.

La sentenza di cui si parlava, peraltro, è per altro verso  riconducibile alla lunga diatriba tra chi sostiene che i rifiuti solidi urbani siano e restino sempre RSU anche dopo trattamento fisico dimensionale, e chi invece sostiene che dopo trattamento anche solo dimensionale eseguito presso apposito impianti di trattamento rifiuti quello sia un rifiuto speciale, cui assegnare un codice 19 e non certo un codice 20 (come si intuisce, io propendo per questa oggettività). Ora che è uscita una sentenza del CdS (a mio avviso politicamente strumentale e su cui io non concordo nemmeno  per il titolo) in base alla quale agli RSU ci puoi fare di tutto ma saranno in eterno RSU, i signori non sarebbero stati "condannati".


Come notava tfrab, se le analisi rivelano una qualche "caratteristica di pericolo" è il caso di chiedersi  se il codice assegnato è quello giusto.
Del mio, ci aggiungo una cosa assolutamente diversa: ma perchè fare le analisi su un campione della cui origine si è certi ed è univocamente pericoloso oppure univocamente non pericoloso?

Io continuerò a sostenere in eterno (se non cambia la normativa, beninteso) che la caratterizzazione analitica va fatta SE E SOLO SE siamo in presenza di codici per i quali - data l'origine similare da processi produttivi differenti - c'è la possibilità che siano dell'una o dell'altra specie e non siamo in grado di denotarne le caratteristiche in base alle conoscenze che abbiamo.
Per esempio, ha un senso farle con un "17 06 04" come rifiuto da demolizione, perchè non si è in genere capaci a occhio di distinguerlo da un 17 06 01*, ma certo ha molto meno senso già se siamo davanti ad un 10 09 16 =scarti di prodotti rilevatori di crepe e abbiamo affianco un 10 08 15*=scarti di prodotti rilevatori di crepe, contenenti sostanze pericolose: il produttore non può ignorare che tipo di rivelatore di crepe sta usando e cosa ne residua alle sue condizioni di impiego. Ha ancora certamente senso, ed è a mio avviso dovuto farle, se e quando, a parte il codice a specchio, cambia sia il tipo di destino che soprattutto il tipo di destinatario; prendete per esempio i c.d. silica fumes, che già come NP 10 02 08 possono o meno avere caratteristiche di composizione conformi ai requisiti previsti dal DM 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii. per finire a recupero di materia in procedura semplificata ma se non conformi vanno in ordinaria, ma per di più potrebbero anche rivelarsi, per il ns. ciclo di lavorazione e dunque per quello che utilizziamo, dei P con CER 10 02 09*.

Per come la direbbe il "chimico" (che spero proprio di cuore sia un "praticone" e basta, sia pure con i capelli bianchi,), nel caso di silica fumes che contengano  l'1,2 % di mercurio ma per tutto il resto corrispondono a quelli per il recupero in semplificata ci potrei scrivere allora 10 02 08* ? ... e ma sù !

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3617
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  LoRe il Lun Nov 24, 2014 11:45 am

Salve a tutti. Qualcuno di buon cuore ha i riferimenti di questa sentenza della Cassazione? Non sono riuscito a trovarla. Crying or Very sad
avatar
LoRe
Membro della community

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 18.10.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Codici cer rifiuti pericolosi senza asterisco?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum