Ultimi argomenti
» alimenti esplosivi
Da tfrab Ieri alle 12:10 pm

» Bibliografia suggerita per esame ADR
Da karl1 Ieri alle 11:14 am

» Autista esterno con partita iva
Da Paolo UD Ieri alle 10:50 am

» Fanghi di perforazione con bentonite
Da matteorossi Mer Nov 22, 2017 1:28 pm

» Manufatti cemento - cer.
Da Aurora Brancia Mer Nov 22, 2017 12:56 pm

» Terre e rocce da scavo, la nuova disciplina
Da Aurora Brancia Mer Nov 22, 2017 12:18 pm

» Codice CER acqua lavaggio betoniere calcestruzzo
Da Aurora Brancia Mar Nov 21, 2017 5:56 pm

» formulario o fattura di vendita?
Da Sciùr Colombo Mar Nov 21, 2017 5:54 pm

» Designazione ufficiale di trasporto per i rifiuti
Da homer Lun Nov 20, 2017 10:15 pm

» rifiuti contaminati da saliva
Da carla82 Lun Nov 20, 2017 2:37 pm


Declassificazione imballaggi contaminati

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Declassificazione imballaggi contaminati

Messaggio  luigi.biotech il Dom Set 07, 2014 8:12 pm

Salve a tutti. Sono nuovo di questo forum e volevo alcune delucidazioni in merito ad alcune tematiche già trattate precedentemente.
Mi sono imbattuto in imballaggi in metallo e plastica, contenenti residui di grassi, lubrificanti, polimeri e oli, per i quali sono in possessi sia di schede tecniche che di schede di sicurezza. Dalla lettura di tali schede si evince la non pericolosità di tali prodotti in quanto i residui contenuti negli stessi non raggiungeranno mai una percentuale tale da attribuire la caratteristica di pericolo correlata. Tali imballaggi, però, contengono comunque residui di tali sostanze in quantità a mio avviso non trascurabili.
Date le ovvie difficoltà ad effettuare una caratterizzazione dell'imballaggio stesso, considerando che la composizione del contenuto risulta essere già nota sulla base delle schede di sicurezza, ho preferito far fare una classificazione degli stessi da parte di un laboratorio accreditato con conseguente assegnazione del codice CER 15.01.10*. Ho preferito agire in questo modo per tre motivi principali:
1 Non esiste a mio avviso nella categoria 15.01 un codice che tenga conto del contenuto di tali imballaggi
2. Tali imballaggi contengono quantità non trascurabili di residui; ciò non mi consente di classificarli, ad esempio, come 15.01.02 o 15.01.04
3. A mio avviso il CER 15.01.10* non è un codice a specchio, per quanto la normativa ad oggi vigente non faccia più riferimento a tale distinzione; di conseguenza non esiste un codice CER speculare che tenga conto del contenuto.
Di conseguenza ho preferito assegnare il codice CER 15.01.10*, sia perchè ho ritenuto che fosse l'unico ammissibile, sia per il rispetto del principio di precauzione, considerando che il DM 27/09/2010 autorizza allo smaltimento in discariche aventi un livello di tutela maggiore. Ho operato in questo modo in quanto ho pensato che classificare un rifiuto come pericoloso invece di non pericoloso dovrebbe essere apprezzabile e non contestabile.
Sempre in relazione al CER in questione, desidero porre alla vostra attenzione un altro aspetto: è possibile declassare tali rifiuti da 15.01.10 a 15.01.04 e 15.01.02 mediante lavaggio e pulizia? A mio avviso rimarranno sempre residui di tali sostanze nell'imballaggio. Inoltre, ammesso che volessi affidare tale declassamento ad un impianto di recupero, dovrei verificare che tale impianto sia autorizzato al recupero del CER 15.01.10* e non del 15.01.04 e 15.01.02?
Chiedo la vostra opinione in relazione a quanto esposto ed inoltre vi sarei grato se voleste consigliarmi qualche riferimento/lettura in merito. Grazie.
avatar
luigi.biotech
Membro della community

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 06.09.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Declassificazione imballaggi contaminati

Messaggio  ceresio18 il Lun Set 08, 2014 11:10 am

Ciao Luigi, il CER 150110 è appunto un codice CER "non a specchio"....pertanto se gli imballaggi sono sporchi e le sostanze che hanno contenuto erano "pericolose" è corretto attribuire il codice 150110.

Per quanto riguarda lavaggio e pulizia a mio avviso dipende dalla sostanza che hanno contenuto.... se risciacqui una cisternette che ha contenuto solvente....direi che alla fine potresti anche ritenere di dover gestire un imballaggio pulito......con un grasso forse il risultato sarà diverso...
avatar
ceresio18
Utente Attivo

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 05.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Gestione Imballaggi

Messaggio  luigi.biotech il Lun Set 08, 2014 11:33 am

Ciao Ceresio. Grazie mille per la risposta. Per quanto riguarda il fatto che il CER 15.01.10 sia una voce a specchio o no, anche io la penso come te. Però spesso mi capita di trovare opinioni contrastanti in merito. Comunque sia ti ripeto, gli imballaggi in questione contengono residui di grassi, oli ecc, in quantità tali da non raggiungere la percentuale "di pericolosità" associata. Indipendentemente da questo però, non vedo nell'allegato D altri codici CER non pericolosi attribuibili a tale rifiuto, in quanto tutti gli altri CER non tengono conto del contenuto dell'imballaggio.
Per quel che riguarda il lavaggio e la pulizia degli imballaggi, convengo sul fatto che le sostanze in essi contenute sono tali da non poter essere completamente eliminate, impedendo quindi di trattare l'imballaggio come 15.01.02. e 15.01.04.
avatar
luigi.biotech
Membro della community

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 06.09.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Declassificazione imballaggi contaminati

Messaggio  cirillo il Lun Set 08, 2014 2:14 pm

Prima di imbarcarvi in avventure come il lavaggio valutate se il gioco vale VERAMENTE la candela:
a) si configura trattamento di rifiuti (necessita l'autorizzazione);
b) il problema è "semplicemente trasferito" dall'imballaggio all'acqua che, a sua volta, diventa rifiuto liquido e, come tale, deve essere gestito.
Dubito fortemente convenga ottenere un'autorizzazione allo scarico per questa tipologia di refluo prodotto.
Quindi i rifiuti da gestire e smaltire, da uno, diventano due.

_________________
si deficit fenum accipe stramen
avatar
cirillo
Moderatore

Messaggi : 7180
Data d'iscrizione : 24.05.11
Età : 62
Località : veneto

Tornare in alto Andare in basso

Re: Declassificazione imballaggi contaminati

Messaggio  matt80 il Ven Ott 03, 2014 1:14 pm

buongiorno,
mi riallaccio a questo argomento, che forse è il più affine alla domanda che vorrei porre.
Anche a me sono stati classificati come 150110* degli imballaggi contaminati da sostanza pericolose (e concordo).
Questi imballaggi hanno contenuto prodotti differenti (ma che portano alle stesse caratteristiche di pericolo) ma solo alcuni di questi sono classificati pericolosi anche per l'ADR.
Volendo ora smaltire questi rifiuto (traporto in colli), mi trovo a doverlo smaltire con un unico FIR (CER 150110*) e le relative H di pericolo assegnate dal laboratorio, accompagnato da un documento di trasporto ADR in cui ho l'elenco dei soli imballaggi vuoti non ripuliti soggetti alla norma ADR.
sul FIR sarò quindi costretto a scrivere adr SI.
ma è corretto visto che parte di quei rifiuti indicati sul FIR non sono soggetti all'ADR?
cosa ne pensate? mi sto facendo venire degli scrupoli eccessivi?

grazie mille
avatar
matt80
Membro della community

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 29.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Declassificazione imballaggi contaminati

Messaggio  King Louie il Ven Ott 03, 2014 3:20 pm

Già con un singolo collo classificato in ADR tutta la unità di trasporto viaggia in ADR. Imballaggi vuoti (categoria di trasporto 4) possono viaggiare in esenzione parziale di cui al 1.1.3.6 ADR. Magari si potrebbe compilare due FIR 150110* con due pesi diversi, uno ADR SI, l’altro NO, per evitare malintese durante un eventuale controllo, oppure nel caso di un unico FIR si potrebbe allegare un documento di trasporto separato con indicazione della quantità dei colli in ADR e dei colli non in ADR.

King Louie
Utente Attivo

Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 28.09.13
Età : 55
Località : Colonia e Trento

Tornare in alto Andare in basso

Re: Declassificazione imballaggi contaminati

Messaggio  matt80 il Ven Ott 03, 2014 4:54 pm

infatti per l'adr non ci risultava sbagliato, il dubbio ce l'avevamo, come giustamente hai sollevato tu, sulla compilazione del FIR nel caso di un eventuale controllo.

i 2 fir sarebbe forse la soluzione migliore ma un pò complicato dal punto di vista operativo (parliamo di molti carichi e su unità operative diverse. quindi sdoppiare molte anagrafiche etc..). Inoltre concettualemente il rifiuto è unico, quindi sdoppiarlo vorrebbe dire doppia giacenza e via dicendo.
Diventa anche difficile riuscire a dare indicazione dei pesi dei 2 lotti (adr si/no) da inserire sui FIR perchè vengono gestiti insieme: sappiamo solo che all'interno ci sono imballaggi ADR ma non sempre siamo in grado di poter dare il dettaglio di n. colli e peso (d'altrone l'adr non ce lo chiede se li smaltiamo come imballaggi vuoti [non si applicano il "... 5.4.1.1.1... e) ed f)..]

Pensavamo anche noi ad un documento di trasporto adr, dando evidenza anche dei colli non sottoposti all'ADR (per capirci nel caso di un controllo mezzo il FIR riporterà adr sì, l'ente preposto si aspetterà di vedere tutti i colli etichettati ADR ma alcuni non lo saranno... se lo inseriamo nel documento di trasporto ADR daremo la prova che correttamente alcuni non debbano esserlo [ magari inseriamo anche un riferimento al 5.4.1.5 "merci no npericolose" per fugare ogni dubbio Smile].

Normativamente però pensate sia giusto un unico FIR con ADR si, dando però la prova (documentata anche sul documento di trasporto ADR) che alcuni dei rifiuti non lo sono?...

grazie mille!!! Smile
avatar
matt80
Membro della community

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 29.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Declassificazione imballaggi contaminati

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum