Vetreria da laboratorio chimico: codice CER

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Vetreria da laboratorio chimico: codice CER

Messaggio  ALCRAPONE il Mar Mar 18, 2014 10:26 am

Buongiorno, mi sono appena iscritto al forum e subito eccomi a fare domande.
Lavorando in un laboratorio chimico ed essendo colui che si occupa della registrazione rifiuti mi è sorto un dubbio: la vetreria di laboratorio  come per esempio beacker, cristallizzatori rotti  o pasteurs usate e' corretto metterle nel 150110?
Preciso che NON sono contaminati da rifiuti biologici ma solo chimici per es solventi come eptano acetone ecc

Grazie infinite


Aldo
avatar
ALCRAPONE
Membro della community

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 18.03.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vetreria da laboratorio chimico: codice CER

Messaggio  Ospite il Mar Mar 18, 2014 12:23 pm

Ciao Al,
noi i rifiuti del nostro laboratorio chimico li smaltiamo con il CER 160506* "Sostanze chimiche di laboratorio contenenti o costituite da sostanze pericolose, comprese le miscele di sostanze chimiche di laboratorio"

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Vetreria da laboratorio chimico: codice CER

Messaggio  CROCIDOLITE il Mar Mar 18, 2014 12:31 pm

Solventi tipo eptano, acetone ecc. non lasciano residui, per cui a mio avviso la vetreria che li ha contenuti non è da considerarsi pericolosa.
Nel caso di presenza di residui concordo con quanto riportato da Elena, relativamente al 160506
avatar
CROCIDOLITE
Utente Attivo

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : IO/NOI/GAIA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vetreria da laboratorio chimico: codice CER

Messaggio  ALCRAPONE il Mar Mar 18, 2014 12:46 pm

Grazie 1000 per i suggerimenti.
Normalmente vetreria rotta pasteurs ecc sono messi a svaporare sotto cappa prima di essere buttati per cui pensavamo di metterle insieme alle bottiglie vuote di reagenti anche queste svaporate.
Invitero' i colleghi nel caso di presenza di residui a metterle nel 160506.
Grazie ancora
Aldo
avatar
ALCRAPONE
Membro della community

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 18.03.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vetreria da laboratorio chimico: codice CER

Messaggio  homer il Mar Mar 18, 2014 2:12 pm

punto di vista diverso:
NON sono imballaggi, 150110 va bene per le bottiglie di reagenti.
NON sono sostanze chimiche di laboratorio, ma ne sono contaminati, ed ecco perchè molti usano 160506, peccato che con lo stesso codice poi siano gestiti sia gli scarti di laboratorio (miscele di solventi, acidi, soluzioni con metalli etc) sia i reagenti (prodotti chimici concentrati): per me invece sono rifiuti molto diversi che devono essere codificati con codici di altre famiglie (06 e 07 ad esempio), ricordiamoci che i codici 16 sono residuali.
E' però vero che NON esiste un codice perfetto per questo rifiuto, quindi ognuno si arrangia come può e come vuole......
avatar
homer
Utente Attivo

Messaggi : 661
Data d'iscrizione : 24.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vetreria da laboratorio chimico: codice CER

Messaggio  ALCRAPONE il Mar Mar 18, 2014 2:24 pm

In effetti ci sono codici CER per tutto tranne per quello che si cerca Laughing 
ciao aldo
avatar
ALCRAPONE
Membro della community

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 18.03.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vetreria da laboratorio chimico: codice CER

Messaggio  Aurora Brancia il Mar Mar 18, 2014 6:24 pm

homer ha scritto:punto di vista diverso:
NON sono imballaggi, 150110 va bene per le bottiglie di reagenti.
NON sono sostanze chimiche di laboratorio, ma ne sono contaminati, ed ecco perchè molti usano 160506, peccato che con lo stesso codice poi siano gestiti sia gli scarti di laboratorio (miscele di solventi, acidi, soluzioni con metalli etc) sia i reagenti (prodotti chimici concentrati): per me invece sono rifiuti molto diversi che devono essere codificati con codici di altre famiglie (06 e 07 ad esempio), ricordiamoci che i codici 16 sono residuali.
E' però vero che NON esiste un codice perfetto per questo rifiuto, quindi ognuno si arrangia come può e come vuole......
Ed anche io ho un punto di vista diverso con ragionamento del tutto analogo aquello di Homer. Al pari che crocidolite, per di più, anche io ritengo che se stiamo parlando di vetreria "scassata" (nessuno butterebbe quella buona, con quello che costa) è comunque improbabile che contenga residui di sostanze in quantità tale da renderne "contaminato" il rifiuto: se era piena, quando si è rotta il contenuto è finito sul pavimento o sul bancone, se era vuota si può essere rotta 1) lavandola oppure 2) mettendola a posto, nel primo caso c'è giusto un velo, nel secondo è pulita se no lavate una fetenzia e vi escono analisi ad libitum.
Io infine, negli anni, mi sono resa conto che se non trovo il codice dove mi aspetto di trovarlo, sono io che sto sbagliando a cercarlo.

Dunque, propongo questo ulteriore punto di vista: che cosa ha di diverso un becker o un matraccetto scardato ma anche un imbuto separatore dal barattolo di marmellata quasi vuoto e con residui ammuffiti o dalla bottiglia di vino vuota o dal bicchiere mandato involontaariamente in frantumi?
in sintesi: perchè un contenitore (non imballaggio, contenitore!) in vetro non potrebbe essere un rifiuto urbano? e quindi ammollargli un bel 20 01 02? E mandarlo tanto caruccio a recupero del vetro? Si trattasse di un laboratorio di analisi "umane" o veterinarie, il codice giusto senza meno sarebbe il 18 01 04; e se in questi laboratori dove si lavora con componenti biologiche dal 2002 a seguire per la ex voce "rifiuti la cui raccolta e smaltimento non richiede precauzioni particolari in funzione della prevenzione di infezioni" oggi per alcuni di essi tra cui i contenitori è ammesso il 20 03 01 (rifiuti urbani indifferenziati) non vedo per quale motivo della vetreria rotta non possa essere classificata come 20 01 02, = "vetro".  

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3644
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vetreria da laboratorio chimico: codice CER

Messaggio  ALCRAPONE il Mer Mar 19, 2014 10:39 am

grazie dei consigli, infatti anche io cerco di ragionare in questo modo, ma dovessero fermare il camion che porta i rifiuti e verificare il contenuto nei vari CER..........?
Diciamo che il legislatore o chi ha fatto i CER non ha previsto un caso del genere se tutti i pareri sono ugualmete degni di interesse e la normativa non ti aiuta forse c'e' qualcosa che non va, come hanno previsto il 18 per vetreria contaminata da mat. biologico forse dovevano prevederlo anche per vetreria reflua da lab chimici, e qui subentra il terrore di sbagliare da parte del cittadino che cerca di fare il proprio dovere e di beccarsi miulte non proiprio meritate.

aldo
avatar
ALCRAPONE
Membro della community

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 18.03.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vetreria da laboratorio chimico: codice CER

Messaggio  Admin il Gio Mar 20, 2014 12:42 am

Se ritieni che il rifiuto sia assimilabile agli urbani è inutile arrovellarsi sul CER.
Il conferimento al servizio pubblico non richiede che tu debba preventivamente classificarlo, ci penserà il gestore.
Il discrimine, a mio avviso, è l'eventuale pericolosità del rifiuto, nel qual caso andrebbe necessariamente gestito come rifiuto speciale. Ma se Aurora dice che si tratta di un'ipotesi da escludere, mi fido.
I contenitori in vetro delle flebo per esempio (che avendo contenuto soluzioni fisiologiche sono certamente non contaminati da sostanze pericolose), privati di cannule, aghi e deflussori, sono solitamente gestiti come urbani.
avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6488
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vetreria da laboratorio chimico: codice CER

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum