Ultimi argomenti
» formulario o fattura di vendita?
Da Sciùr Colombo Oggi alle 10:07 am

» alimenti esplosivi
Da homer Ieri alle 10:19 pm

» Designazione ufficiale di trasporto per i rifiuti
Da homer Ieri alle 10:15 pm

» rifiuti contaminati da saliva
Da carla82 Ieri alle 2:37 pm

» Codice CER acqua lavaggio betoniere calcestruzzo
Da Pulast Ieri alle 10:08 am

» compilazione registro c/s: un solo carico giornaliero
Da beltrale Dom Nov 19, 2017 12:33 pm

» Manufatti cemento - cer.
Da Pulast Ven Nov 17, 2017 8:07 pm

» trasbordo da un veicolo di un trasportatore ad un veicolo di un altro trasportatore di rifiuti infettivi
Da PiazzaPulita Ven Nov 17, 2017 1:45 pm

» mutageni
Da ema79 Ven Nov 17, 2017 11:22 am

» ema79
Da ema79 Ven Nov 17, 2017 11:08 am


Ristrutturazione aziendale

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ristrutturazione aziendale

Messaggio  Redox il Ven Ott 11, 2013 4:42 pm

Mi pento e mi dolgo con tutto il cuore...maledetta quella volta che mi hanno affibiato questo incarico.

E' saltato fuori un altro problema. E' da pochi giorni che la ditta ha commissionato un lavoro di ristrutturazione di un'area aziendale a una ditta esterna.
Ovviamente come al solito mi tagliano fuori dai discorsi non avvertendomi della cosa, adesso mi ritrovo di punto in bianco con un cassone pieno zeppo di rifiuti (principalmente ferraglia - tubi - canalette etc) da "gestire??".
Potrei anche sbagliarmi ma a me risulta che non sia compito del committente occuparsi della gestione dei rifiuti prodotti da tale operazione. In fin dei conti come dice la normativa il produttore di questi rifiuti è il soggetto che materialmente esegue l'attività che li genera. Sbaglio ?

Ho fatto notare la cosa al  mio "superiore" e come sempre ho ricevuto una risposta del tipo "ehhh ma non potevamo caricargli anche la storia dei rifiuti alla ditta perchè poi bla bla bla".

Adesso a parte l'esclamazione che mi viene da dire e cioè " li mortacci tua e de tu nonno", è generalmente accettato il fatto che un committente decida di prendersi l'onere di smaltire i rifiuti ?

Di solito ho sempre visto le ditte di ristrutturazione portarsi dietro la classica casettina e anche il cassone di rifiuti. Questi qui son venuti solo con la casetta ma i rifiuti ce li propinano tutti a noi con il beneplacido del furbone che ha acconsentito alla cosa.
Non oso andare a guardare a fondo il cassone perchè sono sicuro di trovarci oltre al rottame di ferro, pezzi di ufo e alcuni cimeli della tomba di tutankhamon dato che questo fabbricato è stato costruito nel '70.

Redox
Utente Attivo

Messaggi : 73
Data d'iscrizione : 03.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ristrutturazione aziendale

Messaggio  mauro.sanciolo il Ven Ott 11, 2013 5:00 pm

Per quanto ne so vi sono varie scuole di pensiero al riguardo, ma è certamente ammesso che il produttore del rifiuto sia il committente; anzi, secondo i nostri avvocati, si tratta dell'approccio più cautelativo rispetto alla responsabilità connessa al rifiuto generato in un lavoro in appalto.
avatar
mauro.sanciolo
Utente Attivo

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 13.02.12
Età : 42

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ristrutturazione aziendale

Messaggio  zesec il Ven Ott 11, 2013 10:24 pm

Alla faccia dell'approccio più cautelativo...
Direi approccio stravagante. Non lo dico io, lo dice la Suprema Corte da un decennio a questa parte, in tutte le salse.
Produttore, no. Nella migliore delle ipotesi, detentore. Nella peggiore, gestione di rifiuti non autorizzata.
avatar
zesec
Moderatore e Partner

Messaggi : 1163
Data d'iscrizione : 14.10.10
Località : Trieste

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ristrutturazione aziendale

Messaggio  cirillo il Ven Ott 11, 2013 11:32 pm

zesec ha scritto:Alla faccia dell'approccio più cautelativo...
Direi approccio stravagante. Non lo dico io, lo dice la Suprema Corte da un decennio a questa parte, in tutte le salse.
Produttore, no. Nella migliore delle ipotesi, detentore. Nella peggiore, gestione di rifiuti non autorizzata.
Ok 
e, vista la gestione a dir poco.... allegra, fossi in "lui" andrei sul serio a vedere cosa si nasconde sul fondo del cassone, visto che il fabbricato risale agli anni '70 mi preoccuperei meno dei cimeli della tomba di tutankhamon e un pò di più di possibili "cimeli" di cemento-amianto...

_________________
si deficit fenum accipe stramen
avatar
cirillo
Moderatore

Messaggi : 7179
Data d'iscrizione : 24.05.11
Età : 62
Località : veneto

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ristrutturazione aziendale

Messaggio  Aurora Brancia il Ven Ott 11, 2013 11:56 pm

cirillo ha scritto:
zesec ha scritto:Alla faccia dell'approccio più cautelativo...
Direi approccio stravagante. Non lo dico io, lo dice la Suprema Corte da un decennio a questa parte, in tutte le salse.
Produttore, no. Nella migliore delle ipotesi, detentore. Nella peggiore, gestione di rifiuti non autorizzata.
Ok 
e, vista la gestione a dir poco.... allegra, fossi in "lui" andrei sul serio a vedere cosa si nasconde sul fondo del cassone, visto che il fabbricato risale agli anni '70 mi preoccuperei meno dei cimeli della tomba di tutankhamon e un pò di più di possibili "cimeli" di cemento-amianto...
Infatti, non per fare l'uccellaccio del malaugurio peraltro in tema con l'argomento "faraonico", per i poverelli si usava il lino, ma già dal 3000 AC per i teli mortuari del faraone si usava tela di amianto, successivamente (medioevo) chiamata "lana di salamandra". L'aspetto di lana grezza, infatti, ma l'assoluta ignifugicità del tessuto ben superiore a quella della lana, ben si abbinava alla leggenda per cui le salamandre fossero incombustibili.

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3632
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ristrutturazione aziendale

Messaggio  CROCIDOLITE il Sab Ott 12, 2013 7:10 pm

Aurora Brancia ha scritto:
cirillo ha scritto:
zesec ha scritto:Alla faccia dell'approccio più cautelativo...
Direi approccio stravagante. Non lo dico io, lo dice la Suprema Corte da un decennio a questa parte, in tutte le salse.
Produttore, no. Nella migliore delle ipotesi, detentore. Nella peggiore, gestione di rifiuti non autorizzata.
Ok 
e, vista la gestione a dir poco.... allegra, fossi in "lui" andrei sul serio a vedere cosa si nasconde sul fondo del cassone, visto che il fabbricato risale agli anni '70 mi preoccuperei meno dei cimeli della tomba di tutankhamon e un pò di più di possibili "cimeli" di cemento-amianto...
Infatti, non per fare l'uccellaccio del malaugurio peraltro in tema con l'argomento "faraonico", per i poverelli si usava il lino, ma già dal 3000 AC per i teli mortuari del faraone si usava tela di amianto, successivamente (medioevo) chiamata "lana di salamandra". L'aspetto di lana grezza, infatti, ma l'assoluta ignifugicità del tessuto ben superiore a quella della lana, ben si abbinava alla leggenda per cui le salamandre fossero incombustibili.
Anche il medico naturalista Boezio, nel 600 scriveva

"Dall'asbesto si fa spesso un unguento miracoloso per il lattime e per le ulcerazioni delle gambe. Si prendono quattro once di asbesto, due once di piombo, due once di ruta e vengono bruciate, quindi ridotte in polvere vengono macerate in un recipiente di vetro con l'aceto ed ogni giorno, per una volta al giorno per un mese l'impasto viene agitato; dopo un mese si deve far bollire per un'ora e lo si lascia riposare finchè non diventi chiaro: poi si mescola una dose di codesto aceto bianco con una ugual dose di olio di rosa finchè l'unguento sia ben amalgamato: allora si unge tutto il capo del fanciullo per farlo rapidamente guarire: per la scabbia e le vene varicose le parti vengono unte al tramonto finchè non sopravvenga la guarigione. Se questo minerale viene sciolto con acqua e zucchero e se ne somministra una piccola dose al mattino tutti i giorni alla donna quando ha perdite bianche, guarisce subito."
avatar
CROCIDOLITE
Utente Attivo

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : IO/NOI/GAIA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ristrutturazione aziendale

Messaggio  isamonfroni il Lun Ott 14, 2013 11:10 am

Dopo queste magnifiche e dottissime divagazioni storico archeologiche di cui ringrazio gli amici Aurora e Crox mi permetto di suggerire all'amico quanto segue:

a) fare un censimento serio con foto di quanto rinvenuto nel cassone

b) preparare un preventivo il più corretto possibile di quanto costa gestire a norma questa cosa (che potreste smaltire voi come "detentore")

c) spalmere questo preventivo sul muso del superiore, e poi chiedergli se davvero è stato tanto "conveniente" prendersi in pancia i rifiuti degli edili

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12405
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 60
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ristrutturazione aziendale

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum